Giro d'Italia - Percorsi culturali


Le terre del Montefeltro

Tutt’attorno a Urbino, capitale storica dell’omonimo ducato, meta primaria di ogni visitatore che si accinga a percorrere le strade della provincia pescarese, si estende l’incanto di un panorama fatto di colli e valloni, come nei dipinti dei grandi maestri del rinascimento che hanno conosciuto e amato Urbino al tempo dei Montefeltro o dei Della Rovere.
Un invito a percorrere le strade del territorio in direzione nord-ovest per raggiungere le terre del Montefeltro, poste agli estremi confini settentrionali delle Marche, a contatto con la Romagna e la Toscana, dominato dalla cima appenninica del monte Carpegna e oltre, fino all’alta valle del Marecchia e al monte di Perticara.
Le terre del Montefeltro - Sassocorvaro
Si prende da Urbino la strada che raggiunge la valle del Foglia per risalirla fino a Sassocorvaro, posta a specchio del bacino artificiale del lago di Mercatale, sull’alto del suo colle dominato dalla mole poderosa della Rocca. Da Sassocorvaro, risalendo la valle, si giunge a Lunano, ai piedi del suo antico castello diroccato, per proseguire fino a Piandimeleto, dominata ancora oggi dalla mole imponente del palazzo-fortezza dei conti Oliva con i suoi merli ghibellini e le sue feritoie e beccatelli, e giungere alla vicina Belforte all’Isauro. Tornando poi indietro, dopo Piandimeleto, seguendo la strada che segue la valle del torrente Mutino, si passa per Frontino, sentinella avanzata del Montefeltro a confine con la Massa Trabaria, dominata dai suggestivi tavolati rocciosi del Sasso Simone e del Simoncello.
Le terre del Montefeltro - Pennabilli
Giunti al bivio di Caturchio, si sale fino all’abitato di Carpegna, disteso ai piedi del monte omonimo e stretto attorno alla severa mole seicentesca del Palazzo dei Principi.
Dopo Carpegna, aggirando le pendici orientali del monte omonimo, la strada giunge a Pennabilli, con l’abitato disteso sotto le due caratteristiche punte emergenti del Roccione e della Rupe, con i ruderi del castello malatestiano.
Da Pennabilli si scende fino a raggiungere la valle del Marecchia e, proseguendo in direzione nord-est, si incontra il moderno agglomerato di Novafeltria da cui parte la strada che sale fino a S. Agata Feltria, estremo baluardo dell’antico ducato d’Urbino verso la Romagna, posto a ridosso del nudo roccione su cui si erge la mole possente della Rocca Fregoso. Sulla via del ritorno, si raggiunge nuovamente Novafeltria per risalire la strada della valmarecchia fino al bivio per Maiolo, visibile da distanza per la presenza dell’alto colle a forma di cono su cui dominano le rovine dell’antica rocca distrutta da una rovinosa frana nel 1700.
Le terre del Montefeltro - Monte Cerignone
Proseguendo oltre per le terre del Montefeltro e passando per il bivio di Madonna Pugliano, si giunge a S. Leoalta sul suo enorme masso a strapiombo sulla valle circostante, con l’antica, imprendibile fortezza alla sommità della rupe e le case e le splendide chiese medioevali sull’opposto versante. Tornando a Madonna Pugliano e proseguendo in direzione di Villagrande, la nota stazione sciistica in comune di Montecopiolo, non si può non restare suggestionati dal fascino del luogo: la terra storica dove nacque la contea dei Montefeltro, punto di passaggio obbligato tra le valli del Marecchia e del Conca. Raggiunta quest’ultima valle, si discende lungo la strada che segue il corso del fiume fino a giungere in vista di Monte Cerignone, scenograficamente abbarbicato su uno sperone di roccia, con le sue pittoresche stradette lastricate che salgono fino al fabbricato dell’antica Rocca. Si riparte poi in direzione sud, fino a raggiungere, fra le colline che separano la valle del Conca da quella del Foglia, l’abitato di Macerata Feltria.
Riprendendo la strada, si torna infine a Mercatale di Sassocorvaro, completando il lungo itinerario attraverso il Montefeltro.


Località da visitare
Carpegna
Frontino
Lunano 

Mappa del percorso

Il presente percorso è stato realizzato grazie alla documentazione fornita della Provincia di Pesaro e Urbino - Ente turismo, Tel. 800-563800, info@turismo.pesarourbino.it, http://www.turismo.pesarourbino.it/


 


 Dormire nelle Marche

Hotel
Case vacanza
Bed&breakfast
Agriturismo

 Ristorazione 
nelle Marche 

Ristoranti

 Rigenerarsi 
nelle Marche 

SPA
Terme




Ricerca per tipologia


Percorsi turistici

Percorsi culturali

Percorsi enogastronomici



Ricerca
per area geografica di percorsi turistici, enogastronomici, culturali e servizi turistici